News‎ > ‎

Quelli col pallino dei numeri, semifinale al Respighi

pubblicato 18 mar 2012, 10:49 da Giovanni Corrado   [ aggiornato in data 18 mar 2012, 10:50 ]
In 431 hanno preso parte ai Giochi matematici Bocconi, la cui finale si terrà a Milano il 19 maggio

Giornata ufficiale ieri di semifinale al liceo Respighi per i campionati internazionali di giochi matematici "Bocconi" (diciannovesima edizione in Italia, ventiseiesima nel mondo). Alla sfida di ieri hanno partecipato 431 concorrenti, dalla prima media agli adulti. Il prossimo passo, per chi ieri ha superato la prova, sarà la finale nazionale che si terrà a Milano il 19 maggio (mentre la finale internazionale sarà a Parigini a fine agosto). I campionati Internazionali di giochi matematici "Bocconi" sono organizzati annualmente dal Centro Pristem dell'Università "Bocconi" di Milano (http: //matematica. unibocconi. it) e si svolgono in tre fasi: semifinali locali, finale nazionale, finale internazionale.
Il liceo Respighi è stato ieri sede delle semifinali provinciali. Ogni anno l'Istituto organizza, in collaborazione con la professoressa Teresa Sichel (che anche ieri ha fatto avere il suo aiuto all'organizzazione dell'iniziativa) e con il Politecnico di Milano (sede di Piacenza), corsi preparatori ai giochi per gli studenti delle scuole medie secondarie di primo grado di Piacenza e provincia. «I quesiti proposti nella competizione - ha chiarito la responsabile provinciale professoressa Lucia Ramieri - non richiedono la conoscenza di particolari teoremi o formule matematiche, ma solo logica e intuizione». Sono previste 4 diverse categorie di partecipanti ai giochi: C1 (studenti di prima e seconda media), C2 (studenti di terza media e prima superiore), L1 (studenti di seconda, terza e quarta superiore), L2 (studenti di quinta superiore e biennio universitario), GP (grande pubblico, riservato agli adulti).
In dipendenza della categoria variano sia il numero e la difficoltà dei quesiti da risolvere, sia la durata massima della gara (90 minuti per la categoria C1, 120 minuti per le altre categorie)
«In generale - spiega ancora la docente - tutti i giochi matematici contribuiscono, attraverso attività di problem solving, a sviluppare e migliorare le capacità logiche e intuitive degli studenti. Inoltre propongono la matematica, materia generalmente ritenuta astratta, anche come disciplina adatta a risolvere problemi collegati alla realtà». I risultati (assolutamente provvisori in quanto dovranno essere confermati dal centro Pristem Bocconi) saranno pubblicati nel sito del liceo scientifico Respighi (www. liceorespighi. it) entro venerdì 23 marzo

Comments