News‎ > ‎

Piacenza, 16 scuole connesse e WiFi al liceo Respighi

pubblicato 04 ago 2012, 11:08 da Giovanni Corrado   [ aggiornato in data 04 ago 2012, 11:12 ]
Lo utilizzeranno a settembre, all’apertura dell’anno scolastico: gli studenti di sedici scuole superiori della provincia di Piacenza (capoluogo e Fiorenzuola) disporranno di internet veloce nelle aule, della possibilità di interagire con studenti di diverse scuole e di accedere a progetti didattici all’avanguardia. E’ stato completato il progetto di connessione alla rete Lepida degli istituti scolastici piacentini, avviato alla fine del 2011 sulla base di un accordo con la Provincia. Sedici, dunque, gli istituti connessi alla fibra ottica: liceo “Respighi” e succursale, istituto “Tramello”, istituto “Casali”, istituto “Leonardo da Vinci”, istituto magistrale “Colombini” e distaccamento, istituto tecnico industriale “Marconi”, Itis “Mattei”, Itc “Mattei” e liceo scientifico “Mattei” di Fiorenzuola, liceo “Gioia”, istituto “Romagnosi”, Itas “Raineri” con succursale e Ipsia “Marcora”.
Banda ultralarga per gli studenti e costi azzerati per le scuole, che non dovranno più appoggiarsi a gestori esterni. Le risorse investite dalla Provincia ammontano a 125mila Euro e Regione Emilia-Romagna ha messo a disposizione una coppia di fibre all’interno della Città di Piacenza per collegare i vari rilegamenti.
Ma c’è di più: il liceo Respighi, grazie a fondi ministeriali del progetto “Scuola 2.0”, ha chiesto a lepidaspa di fornire la sua consulenza per il progetto di copertura WiFi dell’intera scuola, con la predisposizione della gara d’appalto e i sopralluoghi per l’installazione. Il progetto prevede una ventina di hotspot per la navigazione senza fili.
Lepidaspa fornirà poi al liceo “Respighi” un servizio di URL filtering centralizzato che assicura la connessione e la selezione dei contenuti sulla base di filtri scelti dalla scuola stessa. Il sistema centralizzato rappresenta l’evoluzione del sistema distribuito applicato nella sperimentazione con le scuole di Reggio Emilia e, oltre ad offrire nuove funzionalità, consente una gestione più semplice. La scuola stessa infatti potrà accedere ad un pannello di configurazione online dove avrà la possibilità di personalizzare le varie opzioni di configurazione secondo le proprio esigenze. L’evoluzione di questo servizio è stata possibile grazie alla tecnologia su cui si basa il progetto WiFED e al nuovo paradigma di porta autenticata. Procede quindi l’impegno di lepidaspa per la connessione delle scuole, nell’ambito del progetto “SchoolNet” inserito nel Piano Telematico della Regione. A lepidaspa è affidato il compito di dare connessione agli istituti nei punti più prossimi alla rete in banda larga regionale Lepida e di definire, nel rispetto delle norme in materia di privacy e salvaguardia della sicurezza, dei modelli per l’utilizzo e l’erogazione dei servizi di connettività.
La connessione delle scuole favorisce la conoscenza e l’utilizzo dei new media con insegnamenti specificamente rivolti a questo scopo e propone altresì nuovi modelli di didattica e apprendimento anche a distanza.
Ċ
Giovanni Corrado,
04 ago 2012, 11:10
Comments