News‎ > ‎

Olimpiadi di fisica

pubblicato 26 apr 2017, 09:28 da Giovanni Corrado

Luigi campione alle Olimpiadi di fisica e violinista

https://sites.google.com/a/liceorespighi.it/ufficiale/news/_draft_post-21/Sfolcini.jpg
Ha una media a scuola - il liceo scientifico Respighi - del 9,27. Tra poco lo attende l’esame di Stato. Studia violino al conservatorio “Nicolini” di Piacenza da sei anni. In mezzo a questi impegni è riuscito anche a conquistare il bronzo alle Olimpiadi nazionali della Fisica che si sono appena concluse a Senigallia: è Luigi Sfolcini, 18 anni, di Casaliggio di Gragnano, studente della V A del Respighi di Piacenza, che è stato accompagnato e seguito dal suo professore di Fisica, Carlo Colombini. La competizione è organizzata dall’AIF (Associazione per l’insegnamento della Fisica) ed è inserita dal Miur (Ministero istruzione università e ricerca) nel Programma annuale per la valorizzazione delle Eccellenze.
«La musica è matematica. Ma non è solo quello. Studiando armonia – racconta Luigi - mi è diventata sempre più chiara la struttura logico matematica che sta dietro alla musica. La quale però non si esaurisce nella struttura. Il violino, il mio strumento, richiede il rigore proprio della matematica. Ma anche qui: ci vuole qualcosa di più». Luigi dimostra di averlo.
Aveva superato con successo le fasi di selezione di istituto e interprovinciali, gareggiando con i ragazzi delle province di Lodi, Cremona e Pavia e rientrando poi nella rosa dei migliori studenti italiani. A Senigallia ha gareggiato con i 100 studenti “al top” provenienti da tutta Italia. Il primo giorno si è cimentato in una gara sperimentale di 4 ore in laboratorio, a cui è seguita una gara teorica sempre di 4 ore. Alla premiazione finale, con la consegna di fase d’eccellenza, ha presenziato la dirigente ministeriale Anna Brancaccio . «Sul podio – dice lui con rammarico - solo una ragazza. Ce ne erano solo 5 tra i 100 finalisti. Nelle fasi iniziali erano il 33% le partecipanti». Anche Angela, la sorella minore di Luigi, frequenta il Respighi: «E’ in II, con un anno di anticipo». Chissà che anche lei non possa in futuro partecipare a queste competizioni. Intanto il fratellone non si ferma alle Olimpiadi di fisica: a metà maggio sarà a Maglie nel Leccese per il Certamen di Matematica e Fisica.
«Preferisco fisica, ma non disdegno la matematica», ci dice sorridendo. Intanto in futuro si vede come medico. Primo passo: passare i test di ingresso alla facoltà di Medicina. «Intanto avevo anche fatto i pre-test al Politecnico, così anche quella strada resta aperta», spiega. Le idee sono chiare anche sul futuro in Italia: «Ho radici molto forti nella mia famiglia, nel mio paese, nella mia parrocchia. Difficilmente vedo il mio futuro formativo e lavorativo lontano da casa, se non per brevi periodi ».
Alla parrocchia di Casaliggio Luigi è educatore ed è impegnato nel coro parrocchiale. Fa parte, insieme alla sorella Angela, anche del coro costituitosi al liceo Respighi. Pieno di interessi, che sembrano distanti, ma non lo sono.

Donata Meneghelli 

Comments