News‎ > ‎

MASTERCLASS

pubblicato 19 mar 2015, 02:28 da Giovanni Corrado
Fisici per un giorno.

Il giorno 17 marzo, due studenti del nostro Liceo, Gabriele Ceruti e Simone Vincini, accompagnati dal  docente di Istituto referente per le Olimpiadi di Fisica, hanno preso parte all’iniziativa internazionale denominata “International MasterClasses in Particle Physics” realizzata con il coinvolgimento dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare  della sezione di Bologna.
Presso i locali bolognesi del CNAF-INFN, si sono raccolti selezionati studenti provenienti da diverse città  ( due al massimo per Istituto, per un massimo di 40 partecipanti). L’intento era quello di introdurre i ragazzi all’attività pratica di un vero fisico delle particelle, nello specifico la simulazione dell’esame delle tracce raccolte dall’esperimento ATLAS in LHC. La particolarità dell’attività è stata quella di essere condotta in simultanea con altri centri di ricerca europei e nella possibilità di interazione con essi  e  con  ricercatori del CERN. I docenti accompagnatori hanno affiancato i propri studenti in ogni fase del percorso, usufruendo di una singolare quanto significativa occasione di aggiornamento.
Il programma della giornata si è così sviluppato: la mattina ci sono state due esaustive presentazioni,  necessarie all’attività pratica, sulle nozioni di fisica delle particelle e sulle tecniche di individuazione delle tracce di particelle in ATLAS. Nel pomeriggio ogni coppia di studenti ha avuto a disposizione un PC in cui, con un  particolare programma (HYPATIA), ognuno ha esaminato 50 eventi (contenenti ciascuno numerose tracce) cercando di distingure all’interno di questi quali tracce potessero essere interpretabili come coppie di possibili particelle.
Questo allo scopo di collegarle al possibile decadimento del bosone Z, della particella h di Higgs,  di altre particelle note ed eventualmente interpretare  l’ignoto.
Le tracce selezionate e catalogate per tipologia  ( mediatore Z: coppia muone-anti muone o coppia elettrone – anti elettrone. Mediatore h: coppia di fotoni o quattro leptoni con simmetria di carica) confluivano in istogrammi cumulativi in cui veniva analizzata la distribuzione degli eventi secondo la massa invariante abbinata, determinata dal programma 
Dopo una analisi di questi dati, questi stessi sono stati condivisi con i coordinatori dell’attività in collegamento dal CERN. Due studenti si sono fatti portavoce dell’intero gruppo e hanno discusso dei risultati in video collegamento direttamente con i ricercatori di Ginevra e con i coetanei degli altri istituti: Bratislava, Nijmegen (NL), Praga, Stoccolma. 
Il materiale delle presentazioni sarà a breve disponibile sul sito ufficiale (www.bo.infn.it)

 

Comments