News‎ > ‎

Incontro con l'autore: Matteo Corradini e "Annalilla" al Respighi

pubblicato 22 feb 2015, 05:20 da Giovanni Corrado   [ aggiornato in data 23 feb 2015, 06:27 ]
Il giorno 17 febbraio,  è venuto a trovarci Matteo Corradini, questa volta non in veste di studioso ebraista, ma in quella di scrittore “allegorico”, papà del libro “Annalilla”.

La sua visita non è stata inaspettata, lo hanno invitato tre ragazzi di IIIA (Giuliana Draghi, Martina Marani e Luigi Sfolcini), i quali, dopo averlo per l'appunto conosciuto alla presentazione del libro (tenutasi nell'antica e suggestiva  sala monumentale della biblioteca Passerini Landi, il pomeriggio del 21 novembre scorso) ed essere rimasti colpiti dalla sua dialettica e personalità, gli hanno proposto un incontro al liceo.
Come vuole la tradizione, l'abbiamo accolto nell'Aula Cinema: oltre alla IIIA, accompagnata dalla prof.ssa Patrizia Datilini, vi erano anche le classi IA, guidata della prof.ssa Marina Avanzini e la classe IIC, a sua volta accompagnata dalla prof.ssa Emanuela Sindaco.
I ragazzi di IA, all'avvio della conferenza, hanno sorpreso l'autore, mostrandogli il video, o meglio il libro per immagini, che avevano creato a partire dal suo romanzo. In un breve lasso temporale, sono riusciti a riprodurre i punti più significativi della storia, calando loro stessi nelle vesti dei personaggi . Tutto questo ha fatto sì che Matteo restasse a bocca aperta ...non sapeva cosa dire ... ovviamente lo smarrimento era in accezione positiva!!!
Matteo, sopravvissuto alla “surprise” e stimolato dalle nostre domande,  ci racconta che Annalilla è un romanzo autobiografico che narra le vicende di una bimba di undici anni, in fase di evoluzione e crescita (fatto che lascia tutti noi abbastanza perplessi, se pensiamo che l’autore è un uomo, quindi maschio e per di più trentottenne).
Perché allora, una differenza così sostanziosa tra l'essere e l'immaginazione?! La risposta a questa domanda non è così immediata, si nasconde dietro la convinzione del nostro scrittore secondo cui,  in ognuno di noi, risiede una piccola parte del sesso opposto (non vi è allusione a concetti di etero e/o gay, lo sottolinea più volte): proprio la “normalità” implica questo e così Matteo si è divertito ad esprimere, o per lo meno ci ha provato, la piccola parte di donna che ospita in sé.  
Corradini, come sempre, ha un modo originale di porsi: non ha trasmesso, a chi l’ascoltava, una presentazione "piatta" del libro, piuttosto ha interagito con i destinatari del messaggio, dando grande spazio a noi respighiani. Si è divertito spiegandoci nascita e segreti più nascosti della sua opera, e ancora curiosità del tipo: "come si trovino passi della Genesi accostate a citazioni di celebri canzoni rock”. 
Insomma, ha saziato i nostri dubbi in modo del tutto originale, come al solito, giocando con quello che è il suo motto di sempre: “a domande precise, risposte evasive”. Ma perché “evasive”?! 
Perché tali “answers” derivano da un magico intreccio, che lui come pochi è capace di tessere, tra aneddoti di vita vissuta e battute mai scontate!
Ancora una volta promosso, ancora una volta tutti soddisfatti e, che dire? 100% Corradini!!!

Giuliana Draghi



https://www.youtube.com/watch?v=XEt4bExgSJE


Comments