News‎ > ‎

IL RESPIGHI SCUOLA CAPOFILA NEL CLIL: seminario e corso di formazione

pubblicato 16 set 2016, 04:21 da Giovanni Corrado
Giovedì 20 ottobre dalle 15 alle 18 presso l'aula Magna dell'ISII Marconi a Piacenza si terrà il seminario conclusivo del progetto MiPi@ceCLIL promosso dalla Rete CLIL Piacenza, di cui il Respighi è scuola capofila. 
L'incontro, aperto a tutti i docenti delle scuole di ogni ordine e grado di Piacenza e provincia, sarà volto ad illustrare quanto fatto da ciascuna scuola all'interno del progetto, realizzato nell'a.s. 2015-16, e a fare il punto sul CLIL a Piacenza. La scuola italiana sta promuovendo sempre più ampiamente una didattica innovativa che prevede l'insegnamento di alcune discipline in lingua straniera in orario curricolare e le scuole superiori piacentine non si tirano indietro, vantando una serie di buone pratiche sempre più consolidate anche grazie alla capacità di scambio e condivisione che il lavoro di rete ha consentito.
Al seminario saranno presenti i referenti del progetto e i dirigenti scolastici dei 6 istituti superiori coinvolti (Liceo Respighi, ISII Marconi, IIS Raineri-Marcora, IIS Volta, IIS Mattei, IIS Romagnosi-Casali). Interverranno inoltre le formatrici CLIL regionali Alda Barbi e Maura Zini che discuteranno sullo stato dell'arte del CLIL. 



Il seminario prevede infine l'intervento di un rappresentante del British Council di Milano, ente ufficiale culturale britannico, che illustrerà il corso metodologico TKT CLIL che partirà presso il Liceo Respighi, scuola capofila della Rete CLIL Piacenza, il 26 settembre prossimo.
Al corso parteciperanno 25 docenti appartenenti ai sei istituti della Rete, tutti in possesso del livello linguistico B2 o superiore. Il corso sarà tenuto da una formatrice madrelingua del British Council, per un tot. di 30 ore, con incontri a cadenza settimanale. Gli iscritti conseguiranno la certificazione internazionale Cambridge TKT CLIL al termine del corso, a seguito di un esame finale. E' la prima volta che a Piacenza viene offerta questa possibilità da parte di un ente così prestigioso come il British Council.


Comments