News‎ > ‎

Il liceo sportivo ai blocchi di partenza:

pubblicato 26 gen 2014, 22:53 da Giovanni Corrado

al "Respighi" trentuno posti disponibili

Iscrizioni aperte per l'avvio di settembre. Collaborazione con l'Esercito Italiano

PIACENZA - Sono aperte le iscrizioni per la prima classe di liceo scientifico sportivo della nostra provincia che prenderà avvio a settembre 2014. L'istituto scelto dal Ministero della Pubblica Istruzione è il "Respighi" di Piacenza. Trentuno sono i posti disponibili, mentre il termine entro cui presentare la domanda di iscrizione è stato fissato per il giorno 27 febbraio (consultare il sito www. liceorespighi. it). «Lo Sportivo non sarà la scuola degli atleti- ha sottolineato la dirigente scolastica, Licia Gardella- alla fine, l'esame di matematica, ci sarà per tutti. Siamo comunque sempre all'interno di un Liceo Scientifico». Il piano di studi pensato per lo Sportivo avrà comunque delle caratteristiche proprie: «Le materie classiche come italiano e chimica saranno declinate verso il mondo dello sport - ha spiegato Fabio Bastiani, coordinatore di educazione fisica al Respighi- il nostro obbiettivo non sarà solamente quello di formare degli atleti, ma anche delle persone interessate al mondo dello sport a 360° che un domani possano diventare direttori sportivi, manager o giornalisti sportivi». Al posto del latino, che scompare dal piano di studi, ci saranno obbligatorie materie come atletica e orienteering: «Le ore di pratica sportiva saranno fatte in collaborazione con il Coni, le federazioni e le associazioni sportive che ci manderanno del personale qualificato per approfondire le discipline sportive- ha detto Bastiani-. Come da tradizione del Respighi, continueremo a proporre ai nostri studenti tutte le discipline sportive, soprattutto quelle meno note, e anche l'attività motoria per disabili». Il sodalizio con le realtà del territorio sarà esteso anche ad un altro attore: «Un interlocutore forte, per noi, sarà l'Esercito che da sempre sostiene lo sport in Italia- ha detto Gardella-. Speriamo di creare una rete tale per cui anche le strutture sportive dell'Esercito saranno messe a disposizione dei nostri alunni». Il Respighi che ha iniziato a lavorare nella direzione del liceo sportivo già da otto anni, ha incontrato gli insegnanti di educazione fisica delle scuole medie: «Abbiamo chiesto la loro collaborazione per costruire un filo conduttore fra scuole medie e liceo- ha detto Bastiani- In particolare sarebbe utile ricevere dei curriculum degli alunni per capire chi è veramente interessato al mondo dello sport». «Lo sport acquista un forte riconoscimento- ha detto soddisfatta Gardella- e viene data l'importanza che abbiamo sempre voluto per le ore di educazione fisica». Insomma sta per nascere una classe di liceo in cui, parafrasando lo slogan del corso, la scienza aiuterà a capire lo sport e lo sport a capire la scienza.


foto Lunini

Nicoletta Novara
Comments