News‎ > ‎

Il coro del Respighi partecipa alla celebrazione in musica del centenario della Grande Guerra.

pubblicato 10 mag 2015, 03:32 da Giovanni Corrado
Nella  mattinata di martedì 12 maggio, all'ombra di Palazzo Gotico in Piazza Cavalli, la formazione corale del Respighi darà il proprio contributo alla grande manifestazione, che riunirà molti cori scolastici della città e della provincia, dedicata alla celebrazione del centenario della Grande Guerra. 

L'iniziativa, promossa dal MIUR e dall'Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna in collaborazione con il Comune di Piacenza, ha un titolo suggestivo:"Canti dei popoli in armi...Fratelli di che reggimento siete?. Risulta evidente lo spirito che anima la manifestazione: essa intende restituire voce ai soldati, non solo del fronte italiano, ma anche delle altre nazioni coinvolte nel conflitto, che attraverso il canto esprimevano e recuperavano quella umanità sensibile e dolente, umile e schietta che accomunava e affratellava gli opposti schieramenti e che gli orrori della guerra non riuscivano a travolgere e sopprimere. Saranno centinaia di bambini della scuola elementare, ragazzi delle scuole medie e giovani degli istituti superiori del nostro territorio che, facendo tesoro di questo prezioso patrimonio di testimonianze in musica, faranno memoria del passato per gettare ponti di fraternità nel presente e formulare voti di pace per il futuro. 

Il nostro coro, composto di venticinque studenti di varie classi e dalle docenti Francesca Gipponi e Monica Rausa, accompagnato al  pianoforte da Enrico Crovini e diretto da Patrizia Datilini, proporrà La Valsugana (a quattro voci) e Les Tricoteuses del 1915, canto francese (a tre voci),  i cui testi pongono l'accento sulla sfera dei sentimenti e sul contributo delle donne a sostegno di figli, fratelli e mariti sottoposti alle dure condizioni di vita al fronte. Da segnalare, inoltre, che la proposta del coro del Respighi di esecuzione allargata de "La leggenda del Piave" di E.A.Mario ha trovato l'adesione del coro della Scuola Media "I. Calvino" e dell'orchestra del Liceo "M.Gioia", per cui sarà una compagine di circa 170 coristi e 30 strumentisti a riunire le proprie forze per cimentarsi con il celeberrimo brano. 

Tutta la cittadinanza, e in particolare, al nostro interno, le classi e i docenti interessati e le famiglie, sono calorosamente invitati a prendere parte alla manifestazione.

Ċ
Giovanni Corrado,
10 mag 2015, 03:32
Comments