Annunci Recenti‎ > ‎

Aperiopera

pubblicato 14 ott 2019, 09:45 da CHIARA CAPPA - English   [ aggiornato in data 14 ott 2019, 09:47 ]

I ragazzi del Liceo Musicale del Respighi protagonisti assoluti di un vero e proprio “invito all’opera”, per presentare i titoli in cartellone al Teatro Municipale. È questa l’anima del nuovo progetto #aperiOpera, nato dalla collaborazione tra Fondazione Teatri di Piacenza e Liceo Respighi, che vedrà i giovanissimi studenti impegnati in sei incontri rivolti al pubblico, durante tutto l’arco della Stagione Lirica 2019/2020, al Ridotto del Teatro Municipale. Grazie all’avvio del nuovo percorso di studi a curvatura musicale del Liceo Scientifico Respighi, frutto della convenzione tra l’Istituto scolastico e il Conservatorio Nicolini di Piacenza, i diciotto studenti della classe 1 U saranno gli interpreti ideali di questo progetto pensato per avvicinare e far dialogare sempre più il mondo dei giovani e quello del melodramma. Attraverso una preparazione di natura pluridisciplinare, i ragazzi racconteranno l’opera al Ridotto del Teatro, proponendo un approfondimento su titoli e autoricon l’esecuzione di alcuni passaggi musicali. A loro anche il compito di interagire con musicologi o con i registi delle opere.

A coordinare il progetto Patrizia Bernelich, responsabile del Laboratorio di Musica d’Insieme della classe 1U del Liceo Respighi, e Patrizia Datilini, coordinatore della classe 1U e referente del Laboratorio di Canto corale del Liceo Respighi; a preparare insieme a loro i ragazzi, il team di insegnanti composto da Tiziana Albasi (Geostoria), Arianna Groppi (Sostegno), Elena Metti (Disegno/Storia dell’Arte), Federica Morandi (Italiano), Roberta Pasetti (Lingua inglese). Del team fa parte anche Giancarlo Catelli (tutor del Conservatorio per la Convenzione Liceo Respighi – Conservatorio Nicolini).

Il primo incontro, in programma venerdì 13 dicembre alle ore 19, sarà dedicato a La Bohème di Giacomo Puccini, opera che inaugura la Stagione Lirica 2019/2020. Seguiranno gli incontri dedicati al Falstaff di Giuseppe Verdi (18 gennaio), a Lucrezia Borgia di Gaetano Donizetti (21 febbraio), a Turandot di Giacomo Puccini (13 marzo), a Pélleas et Mélisande di Claude Debussy, e infine a Mefistofele di Boito che chiuderà la Stagione il 30 ottobre 2020. Tutti gli incontri sono ad ingresso libero, con possibilità di consumazione presso il Caffé del Teatro.

IL LABORATORIO A FIESOLE – La 1U ha già avuto l’opportunità, ad inizio anno scolastico, di ampliare il proprio bagaglio culturale di natura musicale. Tutti i ragazzi, accompagnati dalle docenti Elena Metti, Arianna Groppi, Federica Morandi e Patrizia Bernelich, hanno trascorso, in soggiorno-stage d’accoglienza, 4 giorni (dal 23 al 26 settembre) in Toscana.

I primi due giorni li hanno passati ad Arezzo alla Casa della Musica (“CaMu”), dove hanno preso parte in modo attivo alla prove dell’opera “La Serva Padrona” di Pergolesi gli ultimi due, dopo essere stati accolti dal sindaco di Fiesole Anna Ravoni, hanno potuto esercitarsi alla prestigiosa “Scuola di Musica” della cittadina, sotto la guida esperta del Maestro Bernardo Donati e della Prof.Oumolkhairi Carroy. Gli studenti sono rientrati entusiasti con la speranza di ripetere presto esperienze analoghe.

(articolo tratto da Piacenzasera) 

https://www.piacenzasera.it/2019/10/invito-allopera-con-gli-studenti-del-respighi-sei-incontri-al-ridotto-del-munipale/314147/

Comments