Annunci Recenti‎ > ‎

La Nao & Forever prepara le valigie per Roma per la Finale della Nao Challenge 2019

pubblicato 5 mar 2019, 06:06 da CHIARA CAPPA - English   [ aggiornato in data 5 mar 2019, 06:06 ]
Un altro anno è passato e anche questa volta ha portato con sè grandi cambiamenti. Alcuni 
ragazzi hanno definitivamente varcato la soglia dell’età adulta segnata dall’uscita dalla squadra, altrettanti si sono aggiunti ma l’obiettivo è rimasto lo stesso per la squadra di robotica della scuola, la Nao & Forever: vincere la Nao challenge. Una sfida contro altre squadre con la stessa passione per la robotica, contro il tempo che sembra essere sempre troppo poco, contro i propri limiti che non smettono mai di ricordare quanto siamo meravigliosamente incompleti e che gareggiano con la continua sete di conoscenza che regna negli occhi innocenti di ragazzi con un futuro da costruirsi. 
Un altro tema da affrontare, un altro mondo da tradurre attraverso i complessi codici della programmazione e altre sfaccettature da trovare alla ragione che li ha uniti e che li ha resi una squadra: il Nao. Non semplicemente un robot ma un anello di congiunzione tra il problema e la relativa soluzione, uno strumento grazie al quale si può sperimentare e giocare, senza la presunzione di prevalere sull’altro, ma al contrario, con la volontà di portare a termine la prova. Il tema della Nao Challenge 2019 è “Nao for social inclusion in education” e la Nao & Forever, dopo un’attenta analisi di questionari compilati dai genitori del Liceo, ha scelto di affrontare la problematica della discalculia. Nao dovrà fungere da amico al bambino, dovrà affiancarlo durante la sua crescita e sottolineare come i numeri non debbano rappresentare una minaccia, bensì un motivo di svago e divertimento. Ci riuscirà?
Tre prove, tre modalità differenti per esprimere il significato della parola “aiuto”. Infatti, la bellezza di Nao non risiede nella volontà di sostituire l’uomo, ma nel desiderio di fungere da mezzo ausiliario. La prima prova consiste nella presentazione della squadra, con lo scopo di comunicare difficoltà riscontrate e soluzioni trovate, di spiegare come sia stato diviso il lavoro tra programmazione, grafiche e social e di mostrare originalità e spirito di squadra, servendosi
anche e soprattutto del Nao come interlocutore. Nella seconda prova che si intitola “Nao… impariamo tutti insieme”, Nao deve camminare e riuscire a cliccare il pulsante giusto, stabilito dai giudici appena prima. Nella terza sfida che porta il nome di “Nao puoi aiutarmi a…” la squadra attraverso gli Arduino vinti nelle due Nao Challenge precedenti, ha creato un sistema che possa aiutare il bambino a fare tutti i tipi di calcoli, da quelli più semplici a quelli più complessi. La semifinale tenuta a Firenze ha avuto un grande successo poiché la Nao & Forever si è classificata tra le prime tre che il 13 aprile si recheranno a Roma per disputare la Finale. Sarà l’anno vincente? Questo nessuno può saperlo e in questo momento non è importante. La squadra in queste settimane si impegnerà a implementare i sistemi creati per renderli completi e precisi. Instagram e Facebook continueranno a immortalare senza sosta
successi e momenti di crisi.  Rimanete aggiornati e ... forza Nao & Forever!
Comments