Annunci Recenti‎ > ‎

Alimentazione e sani stili di vita: il benessere si impara sui banchi

pubblicato 20 feb 2018, 03:36 da web master   [ aggiornato il 28 feb 2018, 08:44 da CHIARA CAPPA - English ]
Esattamente come stanno facendo gli studenti del liceo scientifico “Respighi”, che ora possono anche usufruire di una sala fitness all'interno dell’istituto, attrezzata e dotata di sistemi tecnologici innovativi per monitorare ogni prestazione fisica. L’aula, inaugurata ufficialmente ieri mattina, è solo l’ultimo tassello di un percorso incentrato sul benessere che il liceo sta portando avanti da anni. La tavola rotonda “BEN-essere a scuola" dall'esperienza delle scuole del nord Europa alla riprogettazione degli spazi in funzione del benessere degli studenti e dei docenti”, tenuta nell'aula cinema prima dell’inaugurazione, ha fatto il punto della situazione in merito e ha offerto nuovi spunti per il futuro. A partire dall'illustrazione del progetto della sala fitness, introdotto da Simona Favari, dirigente scolastico del “Respighi”: “La scuola non è fatta solo di sapere cerebrale, va vissuta anche con il corpo. Fare sport migliora il rendimento scolastico e il benessere dei nostri studenti deve partire da questi concetti”.
Daniela Solda, dell’Ufficio Gabinetto MIUR, ha lodato l’iniziativa, “il Respighi è stata anche una delle prime scuole a fare dell’innovazione un punto di riferimento”.
A seguire, la tavola rotonda, con interventi di Giorgio Chiaranda, responsabile Unità operativa Medicina dello sport e promozione dell’ attività fisica dell’ASL di Piacenza, che ha analizzato “La valutazione funzionale della performance fisica e sportiva. Purtroppo gli standard del fitness nei giovani di oggi sono più scarsi rispetto a una volta, questo per la troppa sedentarietà”. Anche l’alimentazione gioca un ruolo importante, come ha spiegato poi Mara Negrati, responsabile Unità operativa nutrizione clinica dell’ASL di Piacenza): “In Italia l’obesità infantile è al 10 %. Per combatterla basta per loro un’ora di sport al giorno, 150 minuti alla settimana per gli adulti. La dieta mediterranea è la migliore, mentre gli integratori sono sconsigliati”.
Vittorio Lodolo D’Oria, specialista in tema di burnout, nella sua relazione “Prevenzione dello stress e del burnout del personale docente”, ha evidenziato come sia necessaria “la prevenzione anche per i docenti, che sono sempre più colpiti da patologie di tipo psichiatrico per lo stress causato dal loro lavoro”.
Martina Finetti, psicologa, si è dedicata ai percorsi di mindfulness per docenti e studenti, “che qui al Respighi si stanno sviluppando con un’elevata attenzione alla persona”.
Dalla teoria alla pratica quindi, grazie all’intervento degli atleti della Wixo Lpr Volley Alessandro Fei e Loris Manià.
“Noi sportivi mangiamo sano, proprio come voi – ha detto Fei ai giovani – e sgarriamo poco. Magari avessi avuto io una sala fitness quando ero a scuola, sono argomenti molto importanti da conoscere fin da giovani”.
Manià ha invece voluto dare un consiglio, “di fare sport, o anche solo una camminata ogni tanto. Fa bene per staccare dallo studio”.
Alla fine dell’incontro Robert Gionelli, delegato provinciale Coni, e Franco Paratici, delegato provinciale Cip, hanno rinnovato con il liceo la convenzione scuola-sport.
“Siamo al 12esimo anno di fila – le parole di Gionelli – è importante perché va incontro alle esigenze degli studenti che vogliono praticare un’attività sportiva” 


Anche i campioni di volley Fei e Manià presenti col delegato Coni, Gionelli, e il delegato Cip, Paratici
La tavola rotonda “Ben-essere a scuola”, tenuta nell'aula cinema del Liceo scientifico “Respighi”


Ċ
web master,
20 feb 2018, 03:36
Comments